Via Cardoni - Approvate in giunta due delibere

25/01/2010

In riferimento all’interrogazione avvenuta in occasione dell’ultimo Consiglio Comunale, relativa alla questione di Via Cardoni, e alla conseguente dichiarazione di uno consiglieri dell’opposizione che ha chiesto di riproporre la stessa interrogazione, in quanto assente per motivi personali in occasione del Consiglio Comunale, nonché ad un manifesto assurdo in quanto non veritiero, poiché scritto da persone che non conoscono fatti e problemi, l’Assessore ai LL.P. e all’Urbanistica Vincenzo Pastena chiarisce che, nel corso dell’ultima giunta comunale, sono ben due le delibere importanti approvate dalla Giunta Comunale.

La prima riguarda in particolare la Zona Cardoni.

Lo scorso 31 marzo – ha spiegato Pastena – il confinante Comune di Gricignano aveva annunciato che avrebbe provveduto al distacco della fornitura idrica per i residenti del rione Cardoni. Ora più che mai, dunque, la mia priorità era risolvere questo problema di non poco conto. Grazie ad un accordo con il Comune di Gricignano ed approvato in giunta sono riuscito a scongiurare il rischio che la fornitura venisse definitivamente sospesa. Ci tengo a precisare che l’impegno per la zona Cardoni è solo all’inizio e l’ufficio ha già individuato la via che porta ad una soluzione definitiva del problema”.

Diversa la natura della seconda delibera approvata. 

Con l’approvazione della seconda delibera – ha continuato Pastena – mi sono proposto il raggiungimento di un duplice obiettivo. Da un lato è stato dato mandato al nuovo dirigente dell’area Lavori Pubblici ed Urbanistica di dare immediata soluzione alle richieste giacenti da tempo presso il nostro Comune.

E’ stata infatti approvata la proposta di delibera avente come oggetto: Valutazione soddisfacimento domanda di nuovo disegno urbanistico del territorio.

Lo stesso dirigente è stato, inoltre, incaricato di redigere un piano che, partendo dallo stato di fatto del territorio comunale che è il risultato del vecchio piano regolatore, accolga le proposte di intervento sul territorio già presentate e realizzi così un bando che coinvolga l’intera cittadinanza, secondo quella che viene comunemente definita urbanistica partecipata. L’obiettivo è quello di organizzare un incontro nel quale l’amministrazione possa recepire le istanze, le proposte e le richieste dei cittadini per poi portarle all’attenzione del Consiglio Comunale. Tutto ciò in vista del futuro sviluppo urbanistico del Comune di Succivo.

Pastena ha precisato che “la motivazione, che ha portato all’approvazione di una delibera tanto importante quanto ambiziosa, è stato il senso di responsabilità dettato dal non perdere l’occasione, fornita dal Piano Regionale, che ha indicato alcune misure per il rilancio dell’economia attraverso l’attività edilizia, attività che immediatamente riesce a dare risposte sul piano dell’occupazione in un momento di crisi così forte da colpire anche le fasce non deboli.

La crisi economica, il problema della prima casa da parte delle fasce deboli della società, in generale, e delle giovani coppie, in particolare, l’esaurimento di aree per l’edilizia convenzionata o agevolata nel territorio comunale di Succivo, uno strumento urbanistico ritenuto ormai obsoleto già dalla passata amministrazione, potevano costituire un mix esplosivo cui è necessario dare risposte certe.

Vi era, infatti, il serio e concreto rischio di vedersi preclusa, da parte dei Succivesi, la partecipazione ai bandi di finanziamento che la Regione Campania sta per emanare, anche in vista dell’approvata Legge Regionale.

Questi sono atti concreti di impatto sociale che danno inizio ad un percorso che vedrà una Succivo nuova e moderna.

A breve, dunque  - ha poi concluso l’assessore - sarà affisso un manifesto con il quale la cittadinanza sarà invitata a presentare progetti che permettano di utilizzare, in modo costruttivo, le risorse e le opportunità offerte dalla Regione Campania in quello che viene comunemente definito piano – casa”.

Pastena ha, infine, ricordato che tutti i cittadini possono accedere alla registrazione dei Consigli Comunali che sono on - line sul sito dell’Italia dei Valori Succivo.

Categoria: Comunicati stampa